STEMMA

 

Lo stemma del Comune trae origine dal blasone della casata dei principi di Montaperto, famiglia normanna venuta in Sicilia al seguito dei conquistatori che scacciarono gli Arabi e posero fine alla loro dominazione in Sicilia.
Il capostipite, per i servizi resi ebbe conferiti onori, titoli e terre, tra cui quelle di Raffadali con i casali saraceni.
Nella famiglia dei Montaperto si è estinto il ramo siciliano degli Uberti di Firenze.
Il simbolo del Comune di Raffadali, come d’icevamo innanzi, fu rielaborato sulla simbologia dello stemma araldico della nobile famiglia che era così costituito: spaccato semipartito nel 1° d’azzurro a quattro sbarre trasverse accompagnate da nove rose poste in posizione 1, 2, 3, 2, 1 in colore argento.
Nel 2° di rosso alla mezza aquila d’argento movente dalla divisione a destra. Nel 3° tinto d’azzurro con cinque file color oro.
Nel cimiero si osserva un cavaliere armato che veste l’armatura in colore argento, con la lancia in resta, a cavallo di un cavallo bianco che galoppa nel rosso delle fiamme scaturenti una montagna.
La divisa è costituita dal motto: Ad astra.

Comune di Raffadali - Via Nazionale, 111 - P.I. 00215640848

Powered by www.ion.it